martedì 23 giugno 2020

Osteopatia portami via.

Ho deciso, qualche settimana fa, di "aggiornare" i miei canali di divulgazione medica. Spinto un po' da mio figlio che mi dava del "vecchio" perché mi limitavo al blog e ai social più classici (Facebook, Twitter) mentre secondo lui oggi i "gggiovani" usano e seguono YouTube e Instagram, ho provato, con grande indecisione e grandi dubbi a realizzare alcuni video. 
Parlo e parlerò degli argomenti classici ma farò anche video di medicina, di storia della medicina, di commento ai post di questo blog e su qualsiasi argomento (anche attuale o di cronaca medica) che mi piaccia.
Il riscontro c'è. Aumentano gli iscritti sul canale YouTube, qualche messaggio di ringraziamento e incoraggiamento e lo stimolo di fare qualcosa di nuovo, perché no, ci provo.
Ho già pubblicato alcuni video tra i quali uno che spiegava e commentava l'osteopatia, la medicina alternativa che pretende di curare malattie manipolando il corpo, no, non ci riesce, posso anticiparvi il finale ma nel video spiego un po' di cose.




Nel video ho spiegato quello che sappiamo e che ci dice la scienza. L'osteopatia è una pseudomedicina. Una pratica basata su teorie campate in aria, senza nessuna efficacia dimostrata e pure con qualche rischio. Questo succedeva prima dell'emergenza Coronavirus e quindi è passato un po' di tempo ma è interessante parlarne, anche ora.
Ovviamente sono arrivate anche le critiche al video, praticamente tutte da parte di osteopati e simpatizzanti e sono anche queste da leggere perché offrono degli spunti importanti. Una delle caratteristiche che sottolineo dell'osteopatia è che la formazione (in Italia) degli osteopati praticamente non esiste. Queste persone "curano" gli altri senza avere nessuna base sanitaria, nessun percorso accademico e, molto probabilmente, nemmeno basi culturali personali sufficienti.

Ero abituato alle critiche (e agli attacchi, anche violenti) di omeopati, guaritori, seguaci di guru e sette e gli argomenti erano i soliti. Accompagnati da insulti e minacce. Gli osteopati (quelli ovviamente che hanno commentato, non tutti) hanno avuto in comune una caratteristica inedita (per me): un'ignoranza medica (e generale) abissale.

Una cosa che ho trovato interessante. Alla fine gli osteopati, come ho spiegato nel video, non sono (necessariamente) medici. Anzi, visto com'è oggi il percorso per diventare osteopata ci sono tantissimi osteopati che con la medicina, la salute e la mentalità scientifica, non hanno nulla a che fare (il mio ex meccanico oggi fa l'osteopata). Quindi se l'omeopata (è obbligatorio sia un medico) magari ha le sue basi di medicina, l'agopuntore (deve essere un medico) anche, l'antivaccinista a volte è un biologo o un fisico, un moto antivaccinista è farmacista, insomma, hanno almeno un'infarinatura di scienza, l'osteopata no, quasi sempre non ce l'ha.
Fare il "medico" quando non lo sei è pericoloso. Non hai idea di ciò che stai facendo. Finché lo fai in privato, tra quattro mura, con chi si fida di te, tutto si può fare, non ci sarà nessuno a controllarti o ascoltarti ma quando ti affacci al mondo o ti confronti, ecco che tutto può crollare.

In questi giorni, come dicevo, ho avuto a che fare con tanti osteopati. E le loro reazioni sono state sconsolanti, deprimenti.
È intervenuta persino la segretaria nazionale di una delle associazioni di punta dell'osteopatia che, oltre che dimostrare una scarsa conoscenza della lingua italiana, ha fatto affermazioni a dir poco impressionanti. Secondo lei le ossa (anzi, "le osse") craniche (le ossa che compongono il cranio) non sarebbero fuse (alla nascita ogni parte del cranio è "mobile", separata dall'altra, poi gradualmente si fonde e diventa immobile) un'affermazione che, proveniente da chi dice di occuparsi di salute è, a dir poco, deprimente.

Ma dopo di lei altri. Uno che si chiedeva che c'entra l'ictus (uno dei rischi dell'osteopatia) con l'emorragia cerebrale (l'emorragia cerebrale è una delle cause di ictus), un altro che il femore (osso della coscia) sarebbe una parte del bacino e un altro che il sangue, dal cuore, va al cervello dove verrebbe ossigenato (il cervello che svolgerebbe il ruolo del polmone, un disastro). A me questa cosa ha intristito molto.


Capisco credere alle fandonie, in giro c'è tanta creduloneria, faciloneria, c'è gente ingenua ma negli osteopati che ho incontrato in questa occasione c'era molta impreparazione ma proprio profonda, inaspettata. Significa che questa gente non ha studiato nulla, non ha idea di ciò che sta facendo. Ha una conoscenza del corpo umano nemmeno di livello base.
Un po' come dire di fare il meccanico e non sapere come funziona un motore di macchina.
Il problema è anche questo. Gli osteopati non studiano all'università, non c'è una facoltà di osteopatia o una scuola di specializzazione universitaria. Si tratta di scuole private. Persone anche senza formazione scientifica (ovviamente anche un medico o un operatore sanitario può fare l'osteopata ma non è obbligatorio esserlo), senza alcuna base culturale, che un giorno si iscrivono in una scuola privata che insegna una teoria che non ha alcuna base e fornisce una tecnica che non ha nessun riscontro medico e tutto senza alcun controllo accademico. Ci può essere la scuola più severa e attenta ma ci sono quelle che "imbarcano" e "sfornano" chiunque, tanto per accaparrarsi i soldi delle iscrizioni. Ed ecco il risultato.





Certo, qualcuno si è dimostrato gentile, educato, ha provato a intavolare una improbabile discussione, ci saranno sicuramente osteopati (magari quelli laureati in medicina o i fisioterapisti) che sanno come siamo fatti ma come credere a chi dice "la palma della mano è innervata dalle arterie del braccio" o che "arriva ai polmoni, sempre tramite la trachea [...] l'energia vitale esterna, il Prana"? [Pagliaro. Osteopatia viscerale: Il sistema pneumofonatorio e cardiovascolare.]
"Avremo prima l'energia centrale, che è l'energia ancestrale e poi l'energia interna che è la continuità della precedente e che assicura la sua rotazione lungo le arterie anteriori e posteriori e infine la sua distribuzione nel resto del corpo tramite i meridiani e le fasce come energia esterna" [La ronda delle emozioni e l'osteopatia].
Stiamo parlando, con un linguaggio totalmente campato in aria e non scientifico, di aria fritta.
E questo è niente. Gli osteopati dicono di sentire le vibrazioni del cranio e delle meningi ("vibrazioni" che sentono solo loro).
Il canale che serpeggia e arriva alla narice. (da "La ronda delle emozioni e l'osteopatia")

Qualche osteopata si è detto "imbarazzato" per queste cose e che si augura che si arrivi a un linguaggio più accettabile grazie a studi e ricerche future, io ho risposto che, naturalmente, finché questi studi non ci saranno non parliamo di scienza e medicina ma di stregoneria.
Mi sembra ovvio. Però ho apprezzato il tentativo (raro, vago) di qualche osteopata di cercare uno spiraglio, di discutere civilmente e di tentare un approccio vagamente scientifico al mestiere che pratica. Un po' quello che è successo con gli agopuntori: vogliono dignità scientifica, discutono di efficacia, medicina e cura delle persone ma poi parlano di meridiani, energia vitale e flussi energetici. E guai a chi li contraddice, come in tutte le religioni.

Che dire?
Non entro nel merito dell'osteopatia, ne ho parlato, non entro in approfondimenti, ho voluto solo raccontare un aspetto per me nuovo e imprevisto.
E preoccupante.
Non so se occorra aggiungere altro o approfondire ulteriormente l'argomento. Quando qualcuno vi propone osteopatia per i vostri problemi, rileggete queste cose e pensateci. Molto bene.

Alla prossima.

78 commenti:

  1. Io ho portato mia figlia di pochi mesi dall'osteopata, su indicazione della pediatra di base. Aveva una leggera plagiocefalia, ero una neomamma preoccupata e mi sono affidata alla dottoressa. Ora, prendendo consapevolezza di quello che è l'osteopatia, mi sento fortunata che mia figlia non abbia avuto danni... Ah, la testa dell'altra figlia, ugualmente schiacciata all'inizio, è andata a posto da sola con la posizione seduta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La guarigione è spontanea, come accade quasi sempre. :)
      In effetti sui neonati le manipolazioni possono essere molto pericolose. Se è un adulto pazienza ma sui bambini no, non è il caso.

      Elimina
    2. credo che le esperienze personali non possono confutare studi scientifici in materia di osteopatia. Altra cosa i,n Francia l'osteopatia è una disciplina medica riconosciuta dalla Stato.... nessuna stregoneria....

      Elimina
    3. signora non basta un articolo di un medico (che tra l'altro non giustifica con nessuna prova) per dire che l'osteopatia non ha fondamenti scientifici.

      Elimina
    4. i,n Francia l'osteopatia è una disciplina medica riconosciuta dalla Stato.... nessuna stregoneria....

      Anche l'omeopatia, come in Italia. "Riconosciuta" non significa che sia una disciplina scientifica ma che è legale.
      Credo sia ovvio ma a quanto pare bisogna specificarlo.

      Elimina
  2. Un refuso: "il sangue, dal cuore, va al cervello dove verrebbe ossigenato (il cervello che svolgerebbe il ruolo del cuore, un disastro)". Credo che volessi dire "svolgerebbe il ruolo dei polmoni"

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Penso sia giusto far praticare l'osteopatia a medici fisiatri. Resta comunque una scienza empirica come la medicina. Che dire sennò di tre visite con tre urologi differenti fatte di recente con tre diagnosi compleramente diverse? Ah dimenticavo, uno mi ha consigliato un trattamento dall'osteopata.

    RispondiElimina
  5. Tutto questo non fa che aumentare la confusione del paziente. A Firenze la scuola osteopatica pediatrica è ospitata al Meyer! http://www.siop-fi.it/ Mi dite se questo fa bene o male alla reputazione del Meyer? Da genitore di una bambina che avrebbe bisogno di un controllo da niente alle caviglie, a chi mi rivolgo?
    Da una parte rischio di trovare l'ortopedico che prende le tangenti da chi vende le scarpe ortopediche o che opera inutilmente, dall'altra l'osteopata che millanta conoscenze inesistenti.

    Tutto questo dimostra solo come il paziente sia sempre abbandonato a se stesso e sia solo un mezzo per spillare quattrini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È semplicemente triste leggere queste cose sull'Osteopatia e degli insulti a chi opera come osteopata con coscienza e con tanti studi e tanta clinica. Bisogna avere rispetto ed è bello quando si lavora in sinergia per il bene delle persone.

      Elimina
    2. Mi scusi, lei sta leggendo un articolo che elenca gli insulti che mi hanno fatto gli osteopati (trovi invece UN insulto che io ho fatto agli osteopati) e alle cretinate che dicono e commenta che è triste leggere gli insulti fatti agli osteopati?
      Ma è serio?
      :D

      Elimina
    3. Tra l'ortopedico che piglia le tangenti e l'osteopata che pratica una scienza empirica, esiste l'umile fisioterapista che in silenzio svolge il suo lavoro con scienza e coscienza.. Quindi non facciamo della banale retorica, il malato non é lasciato solo a sé stesso, sono i medici (soprattutto i generici) che non hanno chiaro a chi devono indirizzare i malati.. Finché il fisioterapista é identificato come quello che fa i massaggi.. allora proprio non ci siamo!!

      Elimina
    4. E poi... Mica tutti gli ortopedici sono dei farabutti che prendono tangenti!!

      Elimina
    5. Purtroppo é condivisibile non é facile destreggiarsi. Cerchi di informarsi al meglio e di trovare un professionista retto e sopratutto appassionato al suo lavoro.

      Elimina
  6. Mi dite se questo fa bene o male alla reputazione del Meyer?

    Per me malissimo. Ma molte istituzioni non lo capiscono, pensano che pubblicizzare queste sciocchezze dia un'idea di "vario", di "scelta". Invece credo che squalifichino un'istituzione seria, la rendano banale. Però sono scelte, a volte anche politiche, a volte dovute a pressioni.

    Tutto questo dimostra solo come il paziente sia sempre abbandonato a se stesso e sia solo un mezzo per spillare quattrini.

    Non è sempre così ma succede. Quindi almeno affidarsi a chi pratica medicina (scientifica) può darci una garanzia. Che lei parli di ortopedico che prende tangenti invece è grave, perché è un reato. Se lei non denuncia è complice e colpevole.

    RispondiElimina
  7. Solitamente l'Osteopata è l'ultima persona a cui si rivolgono le persone con problemi..dove aver passato un odissea a girare per medici ecc ecc che alla fine li lascia in balìa di se stessi senza dargli nemmeno una soddisfazione neanche a livello umano oltre che fisico!! Eh si ..vanno dall'osteopata alla fine.. e lì ci rimangono..ci rimangono perché si sentono veramente capiti e aiutati e non abbandonati a se stessi!! E la cosa bella è che ci ritornanoo.sii ci ritornano perché stanno bene..che stranoooo..come fa un qualcosa basato su teorie astratte( come voi pensate) a fare star bene fisicamente e mentalmente una persona!!!!??! Ma davvero voi credete ancora alla magia?!?Ahahah ..

    RispondiElimina
  8. Le rispondo da fisioterapista ed osteopata, collega di un neurochirurgo e di 2 ortopedici, uno di loro anche osteopata. Diciamo che l'articolo é interessante, per certi versi anche corretto. Ma si é dimenticato di citare chi si é fatto l'università e un upgrade in osteopatia. Trovo ridicole certe informazioni date in questo articolo. Le leggi della biomeccanica sono certe ed inconfutabili e le tecniche osteopatiche chiare e prive di rischi, SE USATE DA PERSONALE COMPETENTE! Sembra una persona preparata, le consiglio di usare meglio le sue "capacità mediatiche" x postare articoli che facciano discutere per migliorarsi tutti. Scagliarsi contro l'osteopatia, postando le risposte di qualche collega poco educato e poco preparato mi pare un gioco da bambini. É come paragonare ogni ginecologo a Nathan Clark Ward (vada a leggersi chi é). Davvero, un medico dovrebbe aiutare le persone, usando ciò che meglio sa fare, guarirle....non denigrando professioni NON mediche, senza averne alcuna conoscenza.
    Ci pensi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo commento è al limite della cancellazione (anzi, oltre ma faccio un'eccezione).
      Invece di criticare e insultare me, legga le parole dei suoi colleghi. Lei crede al Prana? Secondo lei la tiroide è nel cranio? E cosa ne dice delle parole della segretaria dell'associazione di osteopati?
      Io critico l'osteopatia in quando falsa medicina e gli osteopati che parlano da ciarlatani.
      Lei commenta ME. Trovi le differenze.

      Allora, prima un bell'esame di coscienza, poi mi chieda scusa poi, se vuole, torni a commentare.
      Grazie.

      Elimina
    2. Ti sei risposto da solo, come fa a fidarsi una persona su un massaggio per dolori poniamo il caso lombari e faccettari basandosi su un aiuto pseudomedico non direttamente basato su fatti concreti direttamente basati su dati medici? È come farsi prevedere il futuro da una cartomante

      Elimina
    3. Cos'e' un upgrade in osteopatia?

      Elimina
  9. Sicuramente interessante il suo articolo, pensi che le persone che si rivolgono all'osteopatia sono in crescita in Italia come nel mondo. Sicuramente di base dovremmo avere una conoscenza medica, nello specifico fisiologia e biochimica. Resta il fatto che certe affermazioni sono un po forzate,l'evidenza clinica non puo di certo essere sottovalutata (se un paziente non riferisce più il dolore è un dato di fatto). Giusto per paragone, la medicina in questo periodo si è notevolmente sputtanata in quanto la diagnosi di morte covid-19 non è stata accertata da nessuna autopsia in quanto ne sono state vietate dal ministero della salute.... e l'unico modo per sapere di cosa è morta una persona è l'autopsia. Quindi la tanto decantata medicina a volte ricade sull'empirismo più totale (temperatura, raffreddore,tosse). Di virus ce ne stanno milioni che danno questi sintomi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certe affermazioni sono un po forzate,l'evidenza clinica non puo di certo essere sottovalutata (se un paziente non riferisce più il dolore è un dato di fatto)

      Ragionamento ingenuo e non scientificamente serio. Altrimenti ti metto il link alla donna che dice di aver avuto un figlio dopo aver messo una collanina con l'immagine della Madonna. Il mio post comunque parla delle reazioni degli osteopati, non di osteopatia ma un commento del genere, mi sembra, le conferma.

      la diagnosi di morte covid-19 non è stata accertata da nessuna autopsia in quanto ne sono state vietate dal ministero della salute

      Eh? Ma sei serio?
      Dove hai letto questa cretinata?

      l'unico modo per sapere di cosa è morta una persona è l'autopsia.

      Quindi se una persona cade dal settimo piano, non sapremo mai perché è morta senza fare l'autopsia? Ma prima di commentare prova a riflettere, un attimo e poi scrivi.

      Ecco, no so se sei osteopata ma il discorso che fai ricalca quello fatto da moltissimi osteopati, non hanno idea (dico, idea) di cosa sia la medicina. Purtroppo.

      Elimina
    2. Salvo, credo che a corredo di questo tuo articolo ci possa stare questo interessante articolo di Enrico Bucci.
      https://cattiviscienziati.com/2020/02/19/lelefante-nella-stanza-di-un-onesto-osteopata/
      Chissà se i vari "unknown" pro osteopatia che hanno commentato sopra lo troveranno interessante...

      Elimina
  10. Vergognoso l'atteggiamento di questo chirurgo...non sa che gli osteopati fanno un corso di 6 anni dove partecipano mi dispiace per lei un sacco di colleghi di ogni specializzazione...anche ginecologi chissà perché!!!!
    Ogni manipolazione è dimostrata ecograficamente e vengono valutati anche tutti i parametri vitali compreso il SNA... è ovvio che non sa nemmeno di cosa parla...ah solo 12 milioni di italiani (1/5 quindi a livello nazionale) forse un motivo ci sarà...ah siamo anche sempre più presenti nei ospedali e concludo finendo se non è aggiornato che il 22 dicembre 2017 è diventata professione sanitaria!!!! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vergognoso l'atteggiamento di questo chirurgo...non sa che gli osteopati fanno un corso di 6 anni dove partecipano mi dispiace per lei un sacco di colleghi

      Dici?
      :)

      Facciamo così. Andiamo da un notaio. Io provo a iscrivermi a un corso di osteopatia di 4 mesi, tutto on line, senza obbligo di frequenza. Se mi accettano mi dai 10.000 euro, se non mi accettano ti do 20.000 euro. Ci stai? Se sei così sicuro accetterai subito, altrimenti scapperai. Aspetto risposta. :)

      se non è aggiornato che il 22 dicembre 2017 è diventata professione sanitaria!!!!

      La aggiorno io, mi sa che è lei a non essere aggiornato. Non è ancora una professione sanitaria. Si attende il parere del CSS e i decreti attuativi, passerà molto tempo.
      Vedo che non è molto ferrato del campo ma si permette lo stesso di insultare il prossimo. Bravo!

      PS: Aspetto per la scommessa eh?

      Elimina
    2. Spallarossa Matteo, sto ancora aspettando!

      Hai detto che sono vergognoso. Bene, vediamo se lo sono o se è lei a insultare il prossimo senza avere un'idea di ciò che dice:

      Andiamo da un notaio. Io provo a iscrivermi a un corso di osteopatia di 4 mesi, tutto on line, senza obbligo di frequenza. Se mi accettano mi darà 10.000 euro, se non mi accettano le darò 20.000 euro.
      Ci sta? Se è così sicuro accetterà subito, altrimenti scapperà. Fino a questo momento siamo alla fase della fuga (e credo che resterà tale), quindi fino ad ora chi si deve vergognare e dice baggianate è lei.

      Aspetto risposta. (e due)

      Elimina
  11. Ho cancellato alcuni commenti che non rispettano il regolamento (e l'educazione). Però è interessante notare come alcuni commentatori, invece di smentire quello che scrivo, tutti presi dal criticarmi, fanno sfoggio di un italiano a dir poco esilarante.
    :)

    RispondiElimina
  12. Bravo aggiungono per finire, in italico dalla bassa ciociara, che alcune persone hanno il coraggio avventurarsi in sentieri sconosciuti, e per questo, storicamente, sono soggetti a critiche molto facilmente.

    RispondiElimina
  13. Interessante il suo articolo.. Io posso portare la mia esperienza, sono massoterapista e ora sono in corso di studi per diventare osteopata... Io parlo per la mia scuola, ho professori preparati (un ortopedico, un neurologo, una ginecologa, un neuropsichiatra, e fisioterapisti). Io penso che non si possa fare di ogni erba un fascio, ed è grave che lei, in quanto medico, pensi davvero che solo per alcune persone ignoranti (perché se è vero che alcune hanno paragonato l'encefalo al miocardio c'è da preoccuparsi) si possa mettere in discussione l'osteopatia.
    Le potrei riportare il caso di un medico CHIRURGO che ha mandato a casa una ragazza con dolori al COSTATO, quando poi la diagnosi era frattura di 3 coste. Io ALLIBITO!
    Infine non è bene generalizzare, e dire che l'osteopatia é basata su una scienza "campata in aria" beh... Approfondisca meglio.

    RispondiElimina
  14. Mi sembra un po superficiale la sua analisi dell'osteopatia, ci sono milioni di articoli che dimostrano la sua efficacia, milioni di articoli che dimostrano la sua sicurezza su piattaforme come science direct e pubmed. Oltre al fatto che ci sono molti medici che la consigliano proprio perché sanno della sua efficacia e della preparazione degli osteopati. Io penso che dovrebbe informarsi di più anche lei prima di parlare di stregoneria oltre al fatto che tantissimi altri paesi esteri la insegnano come corso riconosciuto dallo stato. Poi si sa che ovunque si vada qualcuno sbaglia, ma come se sbaglia un medico non si mette in discussione la medicina si deve fare altrettanto con l'osteopatia.
    cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un po superficiale la sua analisi dell'osteopatia

      Questo post non è un'"analisi dell'osteopatia", dove ha visto l'analisi? È una descrizione dei commenti degli osteopati al mio video.
      Esilaranti.

      milioni di articoli che dimostrano la sua sicurezza su piattaforme come science direct e pubmed

      Milioni, addirittura! :D
      Guardi, ci sono pochissimi articoli (seri, poi di spazzatura ce n'è tanta) che sembrano mostrare qualche effetto dell'osteopatia sul dolore lombare (e ancora meno forse su altri tipi di dolore), tutto il resto non esiste e non c'è nessun dato serio da considerare. In ogni caso si deve partire dall'inizio. Prima di discutere dell'altezza degli elefanti rosa dobbiamo trovarne uno, altrimenti parliamo di aria fritta.
      Prima di discutere di efficacia dell'osteopatia, dovremmo dimostrare che le sue basi siano credibili e non lo sono. Discorso chiuso.

      ci sono molti medici che la consigliano proprio perché sanno della sua efficacia e della preparazione degli osteopati.

      Ci sono molti medici che consigliano l'omeopatia. Gli ignoranti sono in tutte le categorie professionali, purtroppo.

      Elimina
  15. L'Osteopatia e la Medicina tradizionale sono esercitate da persone, che se negligenti o impreparate possono combinare guai seri. Tutto si può mettere in discussione per migliorare ma denigrare l'una rispetto all'altra non ha alcun senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non "denigro una rispetto all'altra", ho fatto un video, qui ho parlato delle reazioni degli osteopati che, oltre a qualche insulto, qualche strano concetto di anatomia, Prana e vibrazioni, non sono andati. Che vuole che le dica, trovate gente in gamba che vi rappresenta, non so cosa consigliarvi di meglio.

      Elimina
  16. Mi fa strano che un chirurgo di interessi di osteopatia A che pro? Si studi i curricula delle scuole di osteopatia Sono tutte uniformate con approfondimenti su anatomia fisiologia Tutti i test sono gli stessi delle facoltà di medicina Perché svalorizzare I docenti son medici specialisti nonché osteopati Provi ad informarsi meglio


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come "a che pro" :D

      Sono un medico, parlo di medicina e di salute. O è vietato?

      Elimina
  17. Non capisco ( da professionista del settore) se i dubbi del Professore sono sugli osteopati italiani (purtroppo senza riconoscimento) o sui principi dell'osteopatia?

    RispondiElimina
  18. Parli uguale uguale come i terrapiattisti. Ho detto tutto

    RispondiElimina
  19. Buonasera Dottore. Purtroppo alcune delle sue affermazioni sono vere e questo mi dispiace molto. Il problema è che, in Italia, l'osteopatia non è regolamentata, sono presenti quindi scuole di ogni tipo e razza che sfornano osteopati più o meno qualificati. Però non penso sia giusto fare " di ogni erba un fascio". Le scuole "serie" accettano solo studenti che abbiamo una laurea in scienze motorie o fisioterapia o medicina. Inoltre, in queste scuole, insegnano medici ortopedici, reumatologi e con altre specializzazioni ( perlomeno nella mia c'erano). Io ho il diploma ISEf ( sono vecchio) e la laurea in fisioterapia. Mi sono avvicinato alla osteopatia e ho studiato per sei anni questa disciplina ( non medicina) e tuttora continuo a studiare. Non ho abbracciato completamente ogni tecnica o filosofia ma alcune tecniche, se ben usate, sono molto efficaci. Io non mi sento in grado di darle spiegazioni scientifiche sul razionale osteopatico ( mi ritengo un "manovale" della osteopatia) ma non è forse vero che ogni terapia medica ha avuto necessità di tempo per essere dimostrata? Inoltre, almeno dagli osteopati " seri" non è ritenuta una medicina alternativa ma complementare ( se vogliamo definirla medicina). Non intende sostituirsi alla medicina allopatica ( questa affermazione sarebbe pericolosa e insensata) ma affiancarla in determinate situazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è forse vero che ogni terapia medica ha avuto necessità di tempo per essere dimostrata?

      Non ogni ma molte. E finché non si dimostra, dire che è dimostrata è truffa.
      Semplice.

      Elimina
  20. Il "creatore" della osteopatia diceva che l' osteopatia era "formata" da tre cose: anatomia, anatomia ed ancora anatomia". Se i suoi discepoli vi hanno infilato l' energia non si rendono conto di parlare di tutto ma non di osteopatia.

    RispondiElimina
  21. Per quanto riguarda la pericolosità di questa disciplina vi sono fa dire due cose: la prima è che la pericolosità sta in chi la applica, la seconda che ogni tecnica può causare danni iatrogeni. Le tecniche sui bambini sono poi assolutamente innocue, al limite inefficaci ma mai pericolose. Non di tratta infatti di manipolazioni ma di lievi tocchi che hanno lo scopo di mobilizzare le ossa craniche ( o meglio le cartilagini) ancora malleabili. Funzionano? Io non mi occupo di osteopatia pediatrica ma una mia collega lavoro nell'ospedale di Pisa e, come da lei detto, anche a Firenze, al Meyer, è presente un servizio di osteopatia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tecniche sui bambini sono poi assolutamente innocue, al limite inefficaci ma mai pericolose.

      Ci sono diversi report di eventi avversi seguiti a trattamenti osteopatici su bambini. Ribadisco che stiamo parlando di trattamente inutili, non di salvavita. Persino associazioni di osteopati fanno presente che, seppur rari e in genere banali e passeggeri, i rischi e gli effetti collaterali ci sono. E basta una veloce ricerca Medline per leggerli.
      Veda lei.

      Riassumendo. Qui non stiamo parlando di efficacia dell'osteopatia. Pazienza, ne abbiamo accennato.
      Ora però lei dovrebbe dirmi se davvero crede a cose come (libro di omeopatia eh?) "la palma della mano è innervata dalle arterie del braccio" o "l'energia vitale esterna, il Prana"? [Pagliaro. Osteopatia viscerale: Il sistema pneumofonatorio e cardiovascolare.]

      E se, come dice una vostra alta rappresentante, pensa che le ossa del cranio non siano fuse.
      Perché ovviamente bisogna capire con chi si discute.

      Saluti.

      Elimina
    2. Oddio!! Da quando le arterie innervano? Chi ha scritto una cosa del genere non ha idea di ciò di cui sta parlando e la differenza tra arteria e nervi. Ma non ho letto il libro a cui si riferisce, andrò a cercarlo e le darò un mio parere (alla peggio mi faccio 4 risate). Per quanto riguarda l energia io non ne sono un fautore. Ho fatto alcuni corsi a tal proposito ma mi hanno lasciato estremamente dubbioso. Comunque l'osteopatia classico non parla ne di energie ne di prana. Purtroppo come ha detto lei, non essendo una disciplina regolamentata è soggetta a intossicazioni di ogni tipo. Comunque vorrei ribadire che non tutti gli osteopati sono ciarlatani. Io, ma anche molti colleghi che conosco,non si spacciano per ciò che non sono e non promettono miracoli. Devo inoltre dirle che io vedo molto spesso problemi iatrogeni dati da interventi non "salva vita; per esempio lesioni del nervo ( o arteria?) Sciatico, dopo interventi di ernia del disco o di protesi di anca.

      Elimina
  22. Compaio come "unknown". Mi chiamo Antonio santi. Come già detto sono laureato ISEf, fisioterapista e osteopata

    RispondiElimina
  23. Nel video é anche contraddittorio... Dice che le persone si mettono in mano agli osteopati che hanno studiato "superficialmente" qualcosa di anatomia... E poi dice che la qualità delle scuole non puó valutarla..
    Oltre a fare di ogni erba un fascio, crede di poter giudicare il lavoro delle persone che hanno studiato materie SCENTIFICHE.. perché anatomia, fisiologia, neurologia, patologia, ortopedia ecc.. Sono tutte materie scientifiche!
    Se non fosse così, Crede davvero che alcuni suoi colleghi medici si mettano ad insegnare ad una scuola basta su argomenti "campato in aria"?
    ... Lei ha paura... Ha paura che delle persone possano diventare professionisti sanitari senza essere entrati all'università! E da un certo punto di vista ha ragione e sono d'accordo con lei, ma non è giusto che per l'errore di pochi, la collettività osteopatia venga minimizzato come lei ha fatto (dicendo anche assurdità)... Ha mai presenziato ad una lezione in classe?
    È in grado di valutare l'insegnamento e l'apprendimento della materia? E la qualità e professionalità di chi la insegna?
    Lei sa gli esami che dobbiamo superare per essere ammessi all'esame?
    Solo perché non ha il nome di "università", quando escono da medicina persone che dio solo sa i danni che possono fare..
    Far star bene delle persone dipende dalla passione e professionalità con cui ognuno opera.
    Cordiali saluti.

    Alberto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Alberto, SCIENZA si scrive con la I, non SCENZA come hai fatto tu.
      Mi basterebbe già questo per non diventare tua cliente.

      Elimina
  24. perché anatomia, fisiologia, neurologia, patologia, ortopedia ecc.. Sono tutte materie scientifiche!

    E certo che sono scientifiche, il problema è come si insegnano, come si imparano e come si valuta la preparazione. Ma davvero devo spiegarle queste cose?

    È in grado di valutare l'insegnamento e l'apprendimento della materia? E la qualità e professionalità di chi la insegna?

    L'articolo l'ho scritto proprio per questo, osteopati che dicono che esiste il Prana, che dicono che la tiroide sarebbe nel cranio, rappresentante ufficiale di osteopati che dice che le ossa craniche non sono fuse. In base a cosa dovrei valutare l'insegnamento se non nell'enorme ignoranza medica (enorme!) mostrata da questi commenti? E sono solo una piccola parte, non le dico cosa mi hanno scritto in privato (oltre agli insulti e alle minacce). Valutazione pessima: 2 in medicina (zero in educazione).

    Lei ha paura... Ha paura che delle persone possano diventare professionisti sanitari senza essere entrati all'università!

    Una paura tremenda. Alla mia età, con carriera definita, ginecologo ospedaliero, ho paura degli osteopati. Vedo che lei ha capito tutto il mistero, il mio era un piano per demolire l'osteopatia dettato dal terrore che non mi faceva dormire la notte, bravo. :)

    Far star bene delle persone dipende dalla passione e professionalità con cui ognuno opera.

    Ovvio ma anche con onestà. Bisogna dire alle persone se quello che fai è scienza, fantasia, invenzione. Altrimenti lo stai truffando. Semplice, no?
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che continua a fare di ogni erba un fascio.. Ci sono medici che sbagliano interventi, professionisti sanitari che creano anche danni irreparabili.. Medici persino con una carriera "definita" come dice lei, non specializzandi alle prime armi.
      Inoltre si nota il continuo tocco di ironia che continua ad inserire nei suoi commenti nonostante reputo la mia risposta al suo video in maniera ironica.
      L'arroganza con cui crede di sapere dopo aver letto qualche articolo in merito ad una professione totalmente diversa dalla sua specializzazione, è totalmente priva di senso... Dettata forse dal fatto di leggere insulti continui.
      Io non sono qui per insultarlo, né per fare ironia.. Sto esprimendo semplicemente il mio punto di vista, senza attaccare nessuno.
      Ricordo che l'osteopatia non è una arte sanitaria ad oggi, ma un'arte di prevenzione.. Non di diagnosi, ma di mantenimento del benessere psicofisico... Lungi da me di averle fatto intendere che è assimilabile alla professione medica.
      Saluti.

      Elimina
    2. *Nonostante io NON REPUTO la mia risposta ironica

      Elimina
    3. Può capitare un Ortopedico incapace? Immagino di sì, per fortuna ci sono gli altri suoi colleghi. Può capitare un osteopata incapace? L'osteopatia è un'invenzione ottocentesca, senza evidenze, quindi che senso ha parlare di osteopati capaci/incapaci, preparati, coscenziosi? Se ho un trauma ad un ginocchio non voglio uno che cerchi di riequilibrarmi corpo e spirito, voglio un Ortopedico!

      Elimina
    4. Ma secondo lei come devo reputare la risposta di uno che sostiene che io possa avere paura (paura!) degli osteopati, seria? Attendibile? Scientifica? Ma veramente lei crede che io non dorma la notte per l'invasione degli osteopati?
      Lei mi insulta e vuole che le risponda seriamente? Ma ringrazi il cielo che la prendo a ridere invece di mandarla a quel paese. :)

      Allora faccia una cosa, se vuole una risposta seria scriva cose serie, altrimenti non accetterò più i suoi commenti.
      Grazie.

      PS: Si dice "nonostante io non reputI" non "reputO".

      Saluti.

      Elimina
    5. Lei ha frainteso il mio appunto sulla paura, o mi sono spiegato male... Intendevo una sua preoccupazione del fatto che molta gente non riconosciuta, avendo fatto una scuola che non sia un'università, possa diplomarsi e mettere le mani sulla gente.
      Il commento non era di certo per insultarla.

      Elimina
    6. Ah, beh, sul fatto che gente non riconosciuta(?) che non ha fatto l'università, che quindi abbia conoscenze dubbie di fisiologia possa mettere le mani addosso alla gente per curarla, preoccupa anche me... Soprattutto mi preoccuperebbe se mettesse le mani addosso a me! Pensare che qualcuno che ritiene che le arterie INNERVINO la "palma (!) della mano" possa "curare" delle persone...!

      Elimina
  25. Mi pare di notare, da parte della maggioranza degli osteopati che commentano, una difesa da risentimento basata su un solo argomento: "sì ci sono mele marce, però chi ha studiato nelle scuole più serie, conosce l'anatomia, la fisiologia, ecc.".

    Benissimo, ma questo risponde solo a una parte del problema, perché poi resta da vedere quali conclusioni si traggono dallo studio di quelle discipline scientifiche.

    È molto presuntuoso pensare che questo basti a curare, quando poi la medicina che viene proposta non ha evidenze d'efficacia e di sicurezza ottenute in modo serio.

    Non basta conoscere a fondo l'anatomia e ispirarsi a dei generici principi fideistici, tipo "la regola dell'arteria è assoluta".

    Ogni singola manovra, manipolazione e affermazione dovrebbe essere sottoposta a una valutazione scientifica e, ad oggi, questo non avviene.

    Il sapere osteopatico, a oggi, non è ottenuto sulla base dell'applicazione del metodo scientifico, se non in minima parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valerio Pinci

      (Avevo commentato col mio account Google, ma il nome non viene visualizzato)

      Elimina
    2. Ma infatti gli osteopati non si presentano (o almeno così dovrebbe essere) come una "cura contro i mali... L'osteopatia per definizione è un arte preventiva che mira al benessere della persona!

      Non sto dicendo che non ci sono ciarlatani in giro, quelli ci sono in ogni professione.. Sto solo dicendo non so deve fare di ogni erba un fascio.. Tutto qua.

      Elimina
  26. Bello l'articolo. Suggerirei un articolo esaustivo anche sulla FISIOTERAPIA e sulle altre professioni sanitarie in campo riabilitativo. Nella cultura popolare sembra quasi che il Fisioterapista sia stato relegato al ruolo di "massaggiatore", l'Ortopedico a ruolo di Fisiatra e il Fisiatra... cos'è il Fisiatra? Oppure ci sono i Logopedisti e i TNPEE che per molte mamme sono: quelli che fanno fare i compiti nel dopo scuola.
    Purtroppo siamo anche noi professionisti che lasciamo nell'ignoranza il paziente, curiamo il nostro orticello e lasciamo che dei malintenzionati rappresentino la nostra categoria. Così ci si svende e si lascia spazio, anche politico, agli Osteopati&co.

    RispondiElimina
  27. Mi curo da una osteopata da circa 35 anni, con ottimi risultati. Naturalmente, non si tratta né di una incompetente a livello medico, né di una ciarlatana. Non è mia abitudine fare polemica, ma...perché generalizzare? Detesto questo atteggiamento, in generale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito. Io dovrei dire bugie o accontentarla perché lei si trova bene dall'osteopata?
      Quindi se una persona si trovasse bene dal cartomante io non dovrei dire che è meglio non andarci perché sono sciocchezze?
      Perché se lei vuole intendere una cosa del genere abbiamo due modi di ragionare un po' diversi e non le consiglio di proseguire con la lettura di questo sito.
      Qui si dicono le cose come le vede la scienza, non come vuole ognuno per propria soddisfazione.

      Saluti.

      Elimina
    2. A parte che se si cura da 35 anni, i risultati li definirei tutt'altro che "ottimi"! Nonostante più di trent'anni di sport e attività logoranti e pericolose, io mi sono curata qualche volta dall'ortopedico e ogni tanto ho fatto fisioterapia... La signora, o spacca i mattoni con diverse parti del corpo come i karateki, oppure ormai dovrebbe essere guarita, ormai.😁

      Elimina
  28. Riproduco una parte del post con la mia esperienza con l'osteopatia
    Dopo due mesi di trattamento laser per rafforzare la saldatura della vertebra fratturata e per incrementare la produzione di connettivo, comincio a fare anche fisioterapia, con una fisioterapista che vanta due lauree: fisioterapia e osteopatia. Inizio con tecar alla schiena e ginnastica posturale. Poi mi viene in mente che una mia cugina che ha un’ernia del disco, dice che se la fa periodicamente rientrare dalla sua fisioterapista, mediante manipolazione dolce. Non so se sia vero, ma ci provo. Ovviamente non posso chiederle se anche lei ne è capace, e le chiedo se sia possibile farla rientrare con la manipolazione. Sì, dice, cioè non rientrare – e qui mi fa un gran spiegone di cui non capisco assolutamente niente – ma riallineare, mediante l’osteopatia, e provvede subito a farmela: dopo un po’ di mosse strane, come premere le mani sulla testa, tipo imposizione delle mani, pranoterapia o diavolerie del genere, e un’altra specie di imposizione delle mani su un fianco (“ti apro il fianco, così poi ti puoi appoggiare” - sic!), mi fa una specie di abbraccio incrociato, preme con tutte le sue forze strattonandomi e io mi sento come se mi si stessero frantumando tutte le ossa, urlando dal dolore. Mezz’ora dopo comincia: un dolore lancinante alla schiena, che aumenta e aumenta. E la sciatica, che torna come prima di iniziare le infiltrazioni. E soprattutto la testa: esattamente gli stessi sintomi di una commozione cerebrale, vertigine, nausea, capogiri, senso di confusione, impossibilità di concentrazione, estrema difficoltà a leggere, per strada mi vedo tutte le case che si inclinano e mi cadono addosso. Il giorno dopo peggio. Il terzo peggio ancora. Cinque giorni prima che cominci a diminuire, settimane prima che passi del tutto. All’incontro successivo dico cosa è successo; dice che è normale che faccia un po’ male un giorno o magari anche due, ma se mi fa ancora male dopo così tanto tempo vuol dire che ci sono tante infiammazioni in atto e dunque bisognerebbe rifarlo. Dico che preferisco buttarmi da un treno in corsa, e aggiungo che l’ortopedica ha fortemente disapprovato che mi sia stato praticato quel tipo di intervento con un processo infiammatorio in atto. Non si prende la briga di replicare nel merito, ma dice che comunque era necessario perché prima avevo la gobba (in realtà la mia colonna vertebrale è totalmente priva di cifosi) e adesso lei con quella manovra mi ha raddrizzata, vero che adesso infatti respiri meglio? No, dico, io veramente sento ancora una pressione in zona dorsale che mi impedisce di espandere completamente i polmoni. Certo, dice, perché ci sono ancora infiammazioni, servirebbe ripetere ancora alcune volte la manovra. Dopo avere fatto una serie di accertamenti diagnostici, si chiarisce che oltre alla sciatica ho anche un’artrosi all’anca e una borsite al gran trocantere: ma sciatica, artrosi all’anca e borsite al gran trocantere, mi spiega lei, è tutta la stessa cosa perché è tutto collegato in quanto è la sciatica che provoca le altre due cose.
    Il settanta per cento degli italiani sono a letto con l’influenza intestinale, mi informa un giorno (settanta per cento? Ha una qualche idea di quale percentuale è sufficiente per paralizzare un’intera nazione?) “Un po’ mi dispiace, anche, per quei poverini che stanno male, ma per me è meglio, perché poi la gente tossisce [certo, non lo sapevate? Con l’influenza intestinale si tossisce. Se invece doveste trovarvi a passare due giorni seduti al cesso, è chiaro che vi siete beccati una bella bronchite] e allora gli vengono le contratture alla cervicale e così io ho lavoro” [e al netto delle cazzate tecniche, bel ragionamento per un’operatrice sanitaria].
    Poi il lancinante dolore alla schiena, la pressione in zona dorsale e i sintomi di commozione cerebrale si sono col tempo attenuati fino a sparire, ma la riacutizzazione della sciatica non è rientrata e ha a sua volta scatenato una serie di drammatiche conseguenze a catena che si sono protratte per oltre mezzo anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo male o lo avevi raccontato altrove?

      Elimina
    2. Avevo messo il link al mio post da "Cattivi scienziati", quando hanno parlato dei disastri provocati dall'osteopatia, partendo dal libro di Andrea Vianello a cui quella pratica aveva provocato l'ictus. Qui non ho messo il link perché so che il padrone di casa non li ama, e ho dovuto ridurre fortemente il testo perché non vengono pubblicati commenti oltre una certa lunghezza, e quindi ho dovuto lasciare fuori diverse spettacolari perle della nostra Vanna Marchi in camice bianco.

      Elimina
    3. 😊Ah, ecco dove lo avevo letto! Bazzico regolarmente il blog di Bucci. Ricordavo la storia ma non l'origine.

      Elimina
    4. Ah beh, mi fa piacere che le mie cose vengano lette e ricordate!

      Elimina
  29. Giusto per stemperare un po' la tensione di questo post porto anche la mia curiosa esperienza di osteopatia. Alcuni anni fa mi sono rivolto ad un famoso osteopata piacentino che riceve in un lussuoso studio in centro città su consiglio di varie persone per un dolore cervicale che proprio non riuscivo a gestire. Ascoltati i miei disturbi e dopo aver rifiutato categoricamente di vedere la documentazione medica che avevo con me procede con una leggerissima manipolazione al collo che si conclude poi con una sessione di almeno 30 minuti in cui non ha fatto altro che tenermi delicatamente gli alluci tra le sue dita restando totalmente immobile... per 30 minuti... con il mio 48 di piede in mano... Sono stati i 30 minuti più lunghi e imbarazzanti della mia vita in cui ho pensato qualunque cosa, tra cui domandarmi se avessi dovuto lavarmi più accuratamente i piedi la volta successiva. Una volta uscito mi sono fatto una risata raccontandolo a mia moglie e naturalmente non mi hanno più visto. Chissà quali misteriosi e straordinari flussi di energie misteriose scorrono nei miei dolci piedini da fata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mappovero! Uno sta lì mezz'ora a farti un raffinatissimo massaggio erotico e tu neanche te ne accorgi! Chissà che delusione!

      Elimina
    2. 48??? Cenerentolo!🤣
      Non oso immaginare la parcella!

      Elimina
    3. La parcella è stata tutto sommato contenuta rispetto alla sua assoluta dedizione nel restare perfettamente immobile con i miei piedi in mano. Ho anche più volte pensato di interrompere quel suo misterioso silenzio per chiedere cosa m...hia centrassero i miei piedini con la cervicale ma poi ho pensato "No, non non vuoi davvero saperlo. Non vuoi sapere quanto sei pirla ad esserti rivolto a questo qua".

      Elimina
    4. Grazie, mi hai fatto chiudere una giornata con un sorriso!

      Elimina
  30. Buongiorno dottore, è un piacere sapere che troverò anche i suoi video su YouTube, iscritto immediatamente al canale. Immagino sappia che è entrato nel regno dei bufalari, no vax, anti scienza per eccellenza e che saranno i primi a vedere e commentare i suoi video ricoprendola di insulti e minacce. Cerchi di non farsi il sangue amaro per questo. Le auguro le migliori fortune e grazie per il suo lavoro di divulgazione. Buona giornata

    RispondiElimina
  31. HORRESCO REFERENS.
    Cito da "EX" , rivista degli emofilici e talassemici di Ravenna.
    Numero del 4 maggio 2020.
    Presso il centro emofilia e trombosi" A.Bianchi-Bonomi" di Milano svolge la sua attività la Dpttoressa XXX ,fisioterapista, OSTEOPATA e POSTUROLOGA.
    La Dottoressa XXX si occupa della riabilitazione di tutti i pazienti emofilici con un trattamento riabilitativo\OSTEOPATICO adeguato.
    Res ipsa loquitur.

    RispondiElimina
  32. non sapevo vi fosse anche un canale YouTube... ottimo 👍

    RispondiElimina
  33. Dott. Di Grazia,

    prima di tutto, grazie per l'articolo e, piu' in generale, per la sua attivita' di divulgazione.

    Poi... partendo dall'osservazione che, in Italia, gli osteopati possono non essere laureati in medicina (o non laureati affatto) mentre, al contrario, gli omeopati devono esserlo, le chiedo: secondo lei, cosa e' meglio?

    Piu' in generale: secondo lei e' meglio che la pratica di una pseudo-medicina sia vincolata alla laurea in medicina (col rischio di aumentare il prestigio, a livello sociale, della pseudo-medicina stessa) o e' meglio che non lo sia (col rischio che dei non medici possano fare danni che, sperabilmente, dei medici non farebbero)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Opinione personale: se non è medicina non va fatta da medici. Al paziente non si deve mentire MAI. In nessun caso.
      Inoltre facendo praticare una pseudomedicina a persone titolate si crea attendibilità, si certifica, ufficializza, una falsa cura e questo è pericolosissimo.
      Se invece andasse tutto in mano a ciarlatani? Bene, esiste la legge, il ciarlatano va punito. Invece un ciarlatano con un titolo di studio no.

      Elimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!